LA DONNA LEOPARDO – teatro a MILANO

Piccolo Teatro Grassi

Via Rovello 2, Milano

29/10/2019 – 03/11/2019

Michela Cescon porta in scena l’ultimo romanzo, pubblicato postumo, con cui Alberto Moravia chiudeva il ciclo avviato con “Gli indifferenti”. Ambientata tra Roma e il Gabon, è una lucida lucia analisi delle “regole dell’attrazione” di cui sono protagoniste due coppie sposate, che si sfidano sul terreno dello scambio e della disgregazione. Con: Valentina Banci, Olivia Magnani, Daniele Natali, Paolo Sassanelli. Produzione Teatro di Dioniso e Teatro Stabile del Veneto con il sostegno di Intesa Sanpaolo in collaborazione con Fondazione Moravia, Bompiani e Zachar Produzioni srl.

Quattro personaggi – un giornalista, il suo editore e le rispettive mogli – si trovano ad affrontare un  viaggio in Africa, nel Gabon, dove il giornalista deve fare un reportage e l’editore coltiva interessi economici. Dalle atmosfere borghesi, in una Roma conosciuta e notturna, dove le relazioni sono più nascoste e trattenute, all’Africa, che, come dice Moravia, è «il più nobile  monumento che la natura abbia mai eretto a se stessa», e che, chiaramente, simboleggia un altrove, tutto diventa vero, senza  struttura, esplode. L’uomo tende a possedere, la donna a sottrarsi, il possesso definitivo è impossibile e l’amore, come la vita, è uno stato d’allarme continuo.

«È da alcuni anni che penso di portare in teatro un testo di Moravia, non uno dei suoi testi teatrali bensì un romanzo. Ho sempre pensato fossero perfetti per il palcoscenico, e che ci fosse al loro interno quasi una matrice teatrale. Quando lessi “La donna leopardo” capii che da lì volevo partire. Dalla fine quindi, dalle ultime pagine con cui ci ha salutati». Michela Cescon.

Nell’intreccio magistrale della trama, ricca di efficacia espressiva e sfumature interiori, si parla d’amore, ovvero di “una metafora del difficile e spesso insondabile rapporto tra le persone”.

Adattamento drammaturgico: Michela Cescon e Lorenzo Pavolini; impianto scenico, video e luci: Diego Labonia, Simone Palma, Claudio Petrucci; stylist: Grazia Materia; musiche: Andrea Farri; cura del movimento; Chiara Frigo; progetto fotografico; Fabio Lovino.

Info: Spettacolo consigliato dai 16 anni.   Biglietti: Platea: Intero € 33 | Ridotto giovani e anziani (under 26 e over 65) € 21; Balconata: Intero € 26 | Ridotto giovani e anziani (under 26 over 65) € 18.   Gruppi e pubblico organizzato. Per informazioni su biglietti e abbonamenti per  il pubblico organizzato, pomeridiane per le scuole e recite mattutine rivolgersi all’Ufficio promozione pubblico e proposte culturali   tel. 02 72 333 216.   mail promozione.pubblico@piccoloteatromilano.it

www.piccoloteatro.org

 

Se ti è piaciuto l’articolo segui Marsala Factory su Facebook e su Instagram e vieni a trovarci!